LAVORO ENERGETICO SULLE CELLULE | E.SPIR.A.

LAVORO ENERGETICO SULLE CELLULE

LA COSCIENZA E’ ALL’OPERA E LAVORA DI CONTINUO, PLASMANDO ALL’INTERNO TUTTI

Descrivere ciò che si prova ‘entrando’ in un corpo è difficile, per la mancanza di validi termini di paragone. È certo più facile parlare delle emozioni che provo quando mi ritrovo immersa nella perfezione di questo microcosmo, che vive in un suo Tempo ed in un suo Spazio… con i suoi milioni di cellule che ti guardano come bambini curiosi, in attesa soltanto di un input, di una guida, per iniziare a fare ciò che esse conoscono perfettamente.

Non possedendo nozioni specifiche in campo anatomico, inizialmente mi era difficile orientarmi all’interno di quell’universo, e di grande aiuto mi è stata in proposito una mia lunga esperienza di lavoro ospedaliero, in qualità di operatore fotografico in sala operatoria.

Per esperienza diretta, conosco i meccanismi che permettono di ‘attivare’ le cellule che necessitano di un aiuto energetico, ma avvertivo che il lavoro che ero in grado di svolgere era ancora incompleto.

LAVORO ENERGETICO SULLE CELLULE | E.SPIR.A.La svolta mi giunse grazie alla seguente frase, tratta da un testo di Mère: ‘La Coscienza è all’opera e lavora di continuo, plasmando all’interno tutti quanti, volenti e nolenti’. Da allora ho capito che oltre allo Spazio e al Tempo c’è dell’altro, un ‘Tutto’ che ti travolge e ti chiede di toccarlo, non solo con la parte fisica, ma anche con l’Emotività: è la Consapevolezza Universale, che pervade ed unisce tutto il Creato, vivente e non vivente, quella Rete Divina Cosmica che ci unisce tutti.

Da allora mi sono resa conto che l’ultimo tassello del puzzle con cui potermi muovere era proprio la Consapevolezza, del Corpo e dell’Essere. L’interazione con le cellule non è solo energetica ma anche materiale: senza questa bi-dimesionalità partecipativa dell’Operatore con le cellule, il lavoro con esse non potrebbe permearsi della dimensione di Consapevolezza. Solo sentendosi una cellula tra le cellule, solo percependo la parte fisica oltre a quella eterica del corpo si può creare quel contatto unico con esse che consente di guidarle in modo efficace. Il Tutto rapisce e pervade, lasciando sia in me che opero, sia nella persona trattata la completa armonia.”

TESTIMONIANZE