Nadia

Logo AmicidiluceNadia Mazzoleni nasce a Bergamo nel 1966 e, sin da piccola, manifesta le caratteristiche di una spiccata sensitività, che la mette in grado di percepire direttamente la presenza e la voce delle entità disincarnate.

Non è difficile immaginare le difficoltà che questa caratteristica può comportare nella vita e nella crescita di una bambina, totalmente immersa in un ambiente che non è in grado di capire le sue doti e le sue difficoltà, ed il cui atteggiamento nei confronti del cosiddetto “paranormale” si esplica, come minimo, sotto forma di diffidenza, quando non di totale rifiuto.

Solo all’età di 14 anni, grazie all’incontro con una persona capace di intuire e di spiegarle la portata dei suoi doni, Nadia è potuta pervenire ad una piena e consapevole conoscenza ed accettazione degli stessi. Da quel momento ha potuto rielaborare consapevolmente l’unicità delle sue facoltà, che si manifestano sostanzialmente nell’attitudine a ricevere visioni e informazioni, oltre che ad assistere e sostenere le persone nelle fasi critiche della loro vita e durante e dopo il trapasso.

Questa capacità si esprime anche attraverso l’approfondimento di metodologie di scrittura automatica.

Negli anni, si accosta alla pratica del Reiki, un capace di potenziare le sue facoltà percettive e coronato dall’ottenimento del Master.

Nel suo percorso di crescita , ha occasione di conoscere Mario Totti, del quale diventa la più stretta collaboratrice sino alla di lui morte, avvenuta nel 2016. Da Mario apprende il metodo di Pulizia dell’Aura, che usa come strumento la e che sarà il punto di partenza per lo sviluppo del metodo E.SPIR.A.

Un viaggio in Nepal la porta a contatto – in modo apparentemente (!) fortuito – con esponenti di spicco del lamaismo tibetano e ha modo di confrontarsi a fondo con due di essi in particolare, un’esperienza da cui trae conferme ed arricchimenti per la consapevolezza e la padronanza delle sue doti.

Sin dagli anni dell’adolescenza ha ricevuto il dono della visione corporea interna, che le consente di “entrare” con l’occhio interiore all’interno del corpo umano, potendone “scansionare” gli organi e le cellule dei vari distretti, analizzandone la vitalità energetica e lo stato di salute e di funzionalità.

Questa straordinaria sensibilità porta Nadia, in un crescendo di progressi spirituali e d’amore verso il prossimo, a risultati notevolissimi, pur in assenza di specifiche competenze mediche. Nadia stessa (che non riesce a nascondere la sua commozione ogni volta che “vede” un corpo umano dall’interno) ce ne fornisce una efficace e pregnante descrizione, qui.

Intuendo da subito la profonda sacralità di un simile talento, e conscia delle responsabilità che esso comporta, Nadia ha lavorato a lungo allo scopo di integrare tale prerogativa nell’ambito delle sue altre conoscenze, e di inquadrarla nell’ambito di una ferrea deontologia professionale che esige, tra l’altro, il pieno consenso all’esame da parte del soggetto e dell’Essere suo proprietario.

Ma l’esperienza di Nadia non si esaurisce e non si limita ad una sterile frequentazione dei mondi superiori. Al contrario, la sua inesauribile sete di vita e di esperienze la portano a maturare una profonda comprensione delle dinamiche umane a tutti i livelli.

Varie e molteplici esperienze, sia professionali sia di vita, si susseguono negli anni e contribuiscono ad arricchire il suo bagaglio personale, grazie al costante suo sforzo, teso a conciliare e ad armonizzare l’umano ed il super-umano, il materiale e lo spirituale.

Audio di presentazione

Contatti:
Paola 338 326 6444